Grazie, Baia del Silenzio!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sembrava un traguardo lontano e difficile ma, finalmente, a dicembre 2011, il Centro Polivalente del GIE Médine Liberté “Stefano della Valle” vede aprire le sue porte alla comunità, al quartiere, alle donne e al futuro. Tutto questo grazie al cofinanziamento della Provincia di Napoli e al prezioso sostegno degli amici del Villaggio “Baia de Silenzio” di Caprioli di Pisciotta (SA).

Ora il GIE è finalmente dotato di una sede sociale, dove poter organizzare corsi di formazione professionale, tingere tessuti batik e trasformare in tutta autonomia cereali e frutti locali da vendere nel centro stesso.

È’ un punto di riferimento per migliorare e sviluppare le attività generatrici di reddito, promuovere lo sviluppo di nuove attività, aumentare le possibilità d’impiego e creare un punto di accoglienza per i turisti che partecipano ai viaggi di turismo responsabile.

La Comunità di Mbour ha messo a disposizione del GIE un terreno, da utilizzare per la costruzione del Centro Polivalente, la Provincia di Napoli e la Baia del Silenzio hanno fatto tutto il resto in stretta collaborazione con la CPS.

In occasione dell’ inaugurazione del centro polivalente, Cristina della Valle, Direttrice del Villaggio”Baia del Silenzio”, ha voluto essere presente per gioire con tutti coloro che hanno sempre creduto nel progetto, ovviamente in primis la CPS : un sogno coronato dopo anni di ricerche di partner affidabili e di un terreno che fosse di proprietà del GIE, delle donne del GIE, la vera forza dell’Africa.

Il primo corso di formazione in trasformazione di frutti locali in marmellate, confetture e sciroppi è già terminato ed ha portato già i suoi “frutti”!Ha, infatti, incrementato le risorse economiche del GIE grazie alla vendita degli stessi ed ha permesso alle donne di farsi conoscere sul mercato locale.

Lo stesso Villaggio “Baia del Silenzio”, quest’estate si è fatto promotore della vendita di tessuti batik tinti dalle donne del GIE, allestendo un angolo dedicato al Senegal all’interno del villaggio e devolvendo l’intero ricavato delle vendite alla CPS.

Nel mese di ottobre si intende, inoltre, dare inizio ai corsi di formazione in cucito e ricamo.

Tanto altro resta ancora da fare e da realizzare, la strada è lunga ma ad oggi la CPS sente di dire GRAZIE agli amici della “Baia del Silenzio” per tutti gli sforzi fatti finora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...